Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Walkie talkie per bambini | l’alternativa al cellulare

Walkie talkie per bambini | l’alternativa al cellulare
Giochi all'aperto

I walkie talkie per bambini rappresentano una delle scelte migliori per tenere sotto controllo i nostri figli quando magari si va in vacanza al mare o in campeggio. D’altronde si sa, i bambini non amano stare fermi a parlare, ma preferiscono di gran lunga giocare e questo li porta spesso ad allontanarsi dai genitori. Quando ciò succede significa che saremo costretti a richiamarli a più non posso gridando o, magari, se li vediamo potremmo direttamente raggiungerli. Tuttavia, se regaliamo ai nostri figli dei walkie talkie, potremmo controllarli senza doverli cercare né con lo sguardo né con la voce. Basterà parlare alla ricetrasmittente e chiedere al piccolo che è il caso di avvicinarsi nuovamente. O comunque di farci dire esattamente dove è. I walkie talkie per bambini, quindi, danno il grosso vantaggio a noi genitori di poter sempre comunicare con i figli (ovviamente, bisogna anche considerare la portata di ogni dispositivo). Ma i benefici non riguardano solo questo punto di vista.

Ricetrasmittenti per bambini: i vantaggi

L’acquisto dei walkie talkie per bambini (a tal proposito potrebbe interessarti visitare il sito ricetrasmittenteclick.com per alcuni consigli) non è dettato solo da una questione di sicurezza, poiché tali dispositivi sono anche un utile strumento di gioco. Oltre ad essere decisamente migliori (nel corto raggio) dei cellulari. Analizzeremo meglio questi benefici nei prossimi paragrafi.

Libera la fantasia!

Le ricetrasmittenti possono essere un validissimo strumento di gioco, basti pensare a quanto può essere divertente per due bambini, ad esempio, fare finta di essere dei poliziotti. E avere, così, le loro personali ricetrasmittenti per i “messaggi segreti”. Ma per i piccoli il bello è anche solo comunicare tra loro mentre si trovano in due stanze differenti della stessa casa. O, perché no, dello stesso palazzo. Se il bambino ha stretto amicizia con il figlio del vicino con i walkie talkie (se la portata lo consente) i due possono restare in contatto (senza dovergli affidare alcun cellulare).

Meglio del cellulare!

I bambini sono attratti dagli smartphone, questo è innegabile. E spesso cadiamo nella necessità di dover dar loro un cellulare vecchio, in modo da contattarli. Gli esempi, a tal proposito, possono riguardare situazioni in cui gioca con i suoi amichetti in cortile o situazioni in cui ritorna da scuola. Con la ricetrasmittente non solo potrai avere lo stesso vantaggio che offre un cellulare (ricordiamo, ancora una volta, che però va controllata la portata massima dello strumento) ma in più ne avrai altri. Tra questi la non necessità di attivare un piano telefonico mobile e, di conseguenza, ciò significa che non ci saranno nemmeno costi per le chiamate. Anzi, avvengono con ancora più facilità. Se il walkie talkie è dotato della funzione Vox, basterà sia ai genitori che al bambino parlare alla ricetrasmittente per avviare fin da subito la trasmissione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati